Il futuro del controllo traffico

UAV per ispezione e monitoraggio e controllo traffico

Immaginate se si potesse contare su un sistema che fornisca tutti i dati necessari per regolare il flusso di traffico, instradare veicoli e rispondere rapidamente alle emergenze per una frazione del costo di un elicottero.

Tale sistema esiste, e ingegneri e responsabili della viabilità iniziano a esplorare il potenziale di questi veivoli aerei senza equipaggio (UAV) – più comunemente noto come droni.I droni sono dotati di sensori e videocamera e tramite sistemi GPS posso raggiungere delle destinazioni di cui sono note le coordinate. 

Gli APR con Laser Scanner integrato permettono un elevato campo di rilevazione di qualsiasi tipo di tessuto urbano, compreso il monitoraggio mirato a debellare l’abusivismo edilizio. Queste tipologie di droni sono utilizzate per effettuare sopralluoghi in zone pericolose, volare sopra immobili pericolanti, zone a rischio esplosione, attrezzati con telecamere termiche, ad infrarossi ed in alta risoluzione con zoom ottici fino 30X.

Dronebase, un’azienda italiana focalizzata sulla produzione di droni per uso professionale ha
 
 annunciato la produzione droni multirotori per video sorveglianza e controllo traffico.
 

Questi droni della gamma Explorer (esacottero per ispezioni e monitoraggio è dotato di telecamera full HD 1080p con zoom ottico 30x controllato da terra) utilizzano navigazione GPS automatica su waypoint per volare su percorsi prestabiliti. Il sistema di controllo traffico aereo per i droni dovrebbe seguire gli stessi principi di un vero e proprio sistema di controllo del traffico aereo e dovrebbe essere completamente automatizzato per motivi di sicurezza.

Nuovi sistemi in fase di sviluppo gestiranno il traffico nei cieli dei droni UAV a bassa quota, aiutandoli ad evitare edifici, e analizzare le condizioni meteorologiche che, se troppo avverse, potrebbero rendere pericoloso il volo di un drone stesso.